Ympact –Startup In Action lancia il suo documentario. E’ boom di visualizzazioni sul web

 

Videogames

 

Grande successo per il lancio di Ympact. Il documentario è stato presentato venerdì 21 marzo in contemporanea in diverse città europee. Stesso video, stesso format, stesso pubblico per una serata interamente dedicata al sistema startup.

 

PoliHub ha promosso quest’iniziativa ospitando l’evento nella sede centrale del Politecnico di Milano.

 

In programma la proiezione, in prima visione assoluta, del documentario realizzato dai quattro giovani poco più che ventenni. Un reportage girato in 6 città – Helsinki, Londra, Parigi, Berlino, Barcellona e Milano – che racconta l’esperienza concreta di imprenditori e investitori.

 

Un tour europeo di 15 giorni, attraverso 6 paesi che ha prodotto più di 50 interviste. I protagonisti? Imprenditori, investitori ed organizzazioni che supportano le startup. Fra i contributi c’è anche l’intervista a Matteo Bogana, Startup and Spin-off Developer di PoliHub.

 

Il documentario ha destato la curiosità di studenti e aspiranti startupper che hanno visionato, cliccato e condiviso il video in modo virale. All’attivo oltre 900 visualizzazioni in pochi giorni.

 

 

Ma come ha spiegato Michele D’Aliessi, Co-founder di Ympact, questa è solo la prima parte del documentario che verrà proposto al pubblico in 7 “puntate”.

 

Venerdì sera erano molti gli esperti in sala insieme ai membri della business community.

 

Videogames

 

“L’Italia è il Paese giusto da cui partire”, ha detto Matteo Bogana salito in cattedra dopo Mirko Trasciatti, Co-founder di Fubles che ha portato la testimonianza della sua startup. “Nella Silicon Valley si cercano grandi idee che vengono pagate un sacco di soldi”, ha chiarito Bogana. “I candidati entrano in azienda velocemente e altrettanto rapidamente ne escono. In Italia la pressione è più leggera”

 

Efficace anche l’intervento di Diana Saraceni, Partner e Co-founder di 360 Capital Partners. Una grande carica e un messaggio davvero semplice: “Yes you can!”. Diana Saraceni ha spronato i giovani presenti in sala motivandoli e tracciando i passaggi obbligati per uno startupper.

 

Videogames

 

A chiudere l’evento Marco Villa, Managing Director di Italian Angels for Growth, che ha svelato i trucchi per ottenere finanziamenti presentandosi a un investitore. “Vi guarderanno per l’idea ma vi finanzieranno per le persone”, ha detto agli ospiti in platea nell’aula De Donato. “Verrete scelti in base al vostro team. Emergerà chi trasmette passione, chi si butta anima e corpo nel progetto, chi darà la certezza di essere full time e di poter cambiare idea”.

 

Ora, come accade per le grandi pellicole, attendiamo solo il seguito .

 

Complimenti a Michele D’Aliessi e ai suoi compagni d’avventura!

 

Come sempre siamo un po’ di parte ma guardando il video condividerete il nostro entusiasmo.

 

Videogames