10945746_981989811818826_4415205230876370921_o

Aviva DigitalOn Gran Finale: ecco i vincitori!

 
Una sorpresa, un successo. Per l’eterogeneità e la concretezza dei progetti presentati e dei team che hanno partecipato. Una call, conclusa il 4 febbraio con un gran finale nell’aula Castiglioni del Politecnico di Milano, che ha unito l’Italia nella ricerca di progetti digitali per supportare professionisti, imprenditori e imprese.

 

Andrea Rangone, responsabile scientifico osservatori digital innovation, e Andrea Amadei, COO di Aviva, sono concordi nel giudizio su Aviva Digital On, l’iniziativa dedicata all’innovazione digitale al servizio delle pmi organizzata dal gruppo assicurativo Aviva in collaborazione con Polihub.

 

Cinquantanove i progetti in arrivo da tutta la penisola, da Catania a Cuneo, dieci i finalisti chiamati a presentare la loro idea in due minuti davanti a una sala stracolma di ospiti. Tre i vincitori, oltre alle assegnazioni di vari premi speciali a team ritenuti particolarmente meritevoli.

 

Il primo premio è andato a Iooota, startup bolognese che ha progettato un unico controller in grado di gestire, anche in remoto grazie a un’app, tutti i dispositivi tecnologici domestici e non.

 

Medaglia d’argento e di bronzo rispettivamente ai team milanesi e catanesi di Health Insurance Telematics Platform e Coolbox.

 

Se Health  Insurance ha progettato una piattaforma capace di evolversi in base all’evoluzione dei dispositivi che le si connettono e ai servizi per i quali è usata, Coolbox è l’evoluzione delle attuali scatole nere installate sulle auto e permette di fornire ancora più informazioni e dati multimediali audio e video delle vetture sulle quali è installata.

 

Tutti e tre si sono aggiudicati la collaborazione con Aviva per portare i tre progetti all’interno dell’aziendale immetterli nel mercato italiano ed estero.

 

Tra i premiati speciali ancora Ioota, che insieme a Coolbox e al team di Antifraud, ha vinto anche un viaggio a Londra per incontrare il team digital di Aviva e avere l’opportunità di partecipare ad un Hackathon e collaborazioni e servizi messi in palio da Avanade e DELL Software & Security, partner dell’iniziativa insieme ad Aviva e PoliHub.

 

l tema era uno dei più caldi del momento: il matrimonio fra statup e piccole e medie imprese può davvero far ripartire l’economia, darle lo slancio giusto.

 

Tra il 2013 e il 2014 le imprese innovative nel nostro Paese sono aumentate del 120 per cento, passando da 1227 nel 2013 a 2716 nel 2014. Un settore che conta circa 13 mila addetti e un fatturato complessivo di 600 milioni di euro.  Lo dicono i dati della seconda edizione del rapporto “The Italian Startup Ecosystem: Who’s Who”, realizzato con il supporto istituzionale del Ministero dello sviluppo Economico e la collaborazione tra “Italia Startup”, associazione che studia il settore, gli osservatori del Politecnico di Milano. Eppure le pmi rappresentano ancora il 97 per cento del tessuto industriale del nostro Paese e i vantaggi che entrambe possono trarre dalla connessione sono sotto gli occhi di tutti.

 

La tavola rotonda, che ha anticipato la premiazione ed è stata coordinata da Giovani Iozzia direttore di EconomyUp, ha affrontato proprio questo tema. Ne hanno discusso Andrea Amadei, Alvise Biffi, vice presidente piccola industria Confindustria, Enrico Mattiazzi di United Ventures, Daniele Pelleri, co-founder e CEO di Appsbuilder, Fabio Maglioni, founder modomodo e Claudia Pingue COO di PoliHub.

 

L’obiettivo è abbattere il muro, spesso di diffidenza, fra i due mondi. Rendere la tecnologia non qualcosa “nice to wear” ma l’elemento alla base di ogni impresa italiana. E iniziative come Aviva Digital On contribuiscono a farlo.